Chi siamo

Ci piace definirci “moderna bottega artigiana”.

La produzione del futuro ricomincerà dal passato, entrerà in una moderna bottega artigiana, dove i creativi concepiranno l’idea, la svilupperanno in ogni suo aspetto, la tradurranno in possibilità grazie ad un affiatato lavoro di squadra, la produrranno con l’ausilio della più moderna teconologia e la comunicheranno e consegneranno al mondo con la più alta qualità.
Siamo moderni artigiani digitali, makers stiamo reinventando il modello di produzione e offerta ispirandosi alla tradizione artigianale italiana, mettendo a disposizione di comunità di persone non un prodotto ma i mezzi per costruire un prodotto che risponda alle proprie necessità, gusti, aspettative e progettualità, grazie all’utilizzo della più moderna tecnologia.
Tutto questo si stà concretizzando grazie all’uso di hardware scalabili e open-source con cui costruirsi dispositivi più o meno complessi (Arduino), grazie all’ausiolio di stampanti 3D e tagliatrici laser (Wasp Project) di officine a disposizione degli artigiani digitali e di network per promuovere le proprie creazioni ( kikstarter).
Fuori dalle logiche tradizionali della produzione seriale, grazie all’uso delle tecnologie digitali ci si muove con la flessibilità e la libertà della lavorazione semi-artigianale per piccole produzioni.
Il consumatore diventa ConsumAttore, vero protagonista non solo dell’acquisto di un bene, ma della sua stessa realizzazione in un processo sostenibile completamente privo di sprechi, che da alle idee di valore l’opportunità di essere prodotte.
Per il successo di un prodotto si lascia il ruolo di giudice al mercato, producendo solo il venduto. Il web shop come strumento di vendita, si mostrano i prototipi dei prodotti che possono essere acquistati e una volta raggiunta la soglia minima di consensi che garantisce la sostenibilità economica si passa alla produzione.
Oggi assistiamo a radicali trasformazioni, l’ondata di “democratizzazione”, che ha favorito la diffusione di strumenti di fabbricazione digitale – fino a poco tempo fa generalmente relegati alle sole grandi imprese – ha reso appetibile la digital fabrication anche alle piccolissime e alle micro realtà produttive, contribuendo, al contempo, alla nascita di nuove giovani start up manifatturiere, integrate all’interno di un nuovo ecosistema produttivo locale o, per meglio dire, urbano.

 

MISSION

La società MQB s.r.l. si costituisce il 20 gennaio 2014 ai sensi dell’art. 25 della legge 221 del 2012.
La società si configura come “Moderna bottega artigiana” il cui oggetto sociale è ideare, creare, realizzare e vendere prodotti innovativi ad alto contenuto tecnologico da realizzare con le stampanti 3D.
L’esperienza sul campo dei due soci fondatori ha evidenziato come il mercato richieda ed apprezzi sempre più un’offerta di personalizzazione e di sviluppo di nuovi prodotti da lanciare sul mercato.
Tale apertura, superando anche con opportuni standard qualitativi e procedurali le originarie remore in materia di riservatezza e segreto industriale, è un’esigenza di molte aziende che producono beni su scala industriale che non riescono più a seguire le tendenze e le richieste del mercato.
Anche tra i consumatori finali di questi prodotti si sono create delle aspettative rispetto alla possibilità di personalizzazione che fa ben sperare nella possibilità di raggiungere la clientela finale grazie anche all’uso di internet e di software appositi che permettono agli utenti di intervenire sui prodotti.
Siamo nati per soddisfare questa crescente domanda del mercato, grazie anche l’organizzazione di una solida piattaforma che ci permetta di rendere immediatamente disponibili i prodotti per i compratori interessati di qualsiasi natura BtoB o BtoC.

CURRICULA DEI SOCI

Eugenio Morini

Amministratore unico, chief designer, responsabile della progettazione, dell’ufficio tecnico e della produzione.

Diploma di Stylist engineer conseguito presso l’Istituto superiore di scienza dell’automobile ISSAM di Modena, ha un’esperienza pluridecennale nel campo automotive. Ha lavorato negli anni con Daimler-Benz, Pagani Automobili, Lotus Cars, Aquila Italiana Automobili, Polini Motori, Yamaha Italia, Yamaha Giappone.

Per 10 anni è stato titolare di una ditta individuale che ha lavorato nel campo della progettazione.

 

Michela Montanini

Chief architect, responsabile advanced design, formazione personale e individuazione segmenti clientela.

Laureata in Architettura al Politecnico di Milano, dopo un corso di perfezionamento in car design al Politecnico, è stata premiata al salone di Torino del ’94 da Giorgetto Giugiaro come “Miglior partecipazione femminile” esponendo al salone dell’auto di Torino.

Ha un’esperienza di stage in Fiat Auto per lo sviluppo di un nuovo prodotto per la mobilità.

Libera professionista da 15 anni, ha sviluppato progetti di advanced design attraverso concorsi (premiata al salone dell’auto nel 94, al salone del mobile del 2001 con un concept sui luoghi dell’apprendimento) e realizzato progetti di design strategico per propri clienti quali Martini S.p.A, Agrilandia a.r.l, Vexel S.r.l.